INTRODUZIONE

 

Bordighera Ieri e Oggi

Mi sono situato in un giardino fiabesco. Non so più da che parte girarmi, tutto è superbo e vorrei fare tutto…è terribilmente difficile, luce e colori indescrivibili, ci vorrebbe una tavolozza di diamanti e di pietre preziose. Quanto al blu e al rosa, qui ce n’è….” 

Claude Monet, 1884

L’aria mitissima, che lascia veder da un lato, in una chiarezza cristallina, i villaggi e le ville di San Remo, e dall’altro Ventimiglia, e più oltre Mentone, e in fondo Monaco; e il misto delizioso d’odor di mare e di fragranze di giardino….; e la pace serena che spira da tutta quella bellezza di natura e d’arte.…”  

Edmondo De Amicis, 1906  

 

La nostra meravigliosa città ha ispirato scrittori, poeti, architetti, e pittori, ha attratto regnanti e dignitari da tutta Europa.

Da qualche decennio Bordighera langue. Mentre si ampliavano progressivamente le destinazioni geografiche per il turismo e i turisti cambiavano desideri e aspettative, Bordighera si e’ chiusa sempre piu’ nella trappola delle seconde case, ed ha cessato di reinventarsi perdendo alberghi, commerci, posti di lavoro, e giovani.

Ma Bordighera ha ancora e sempre quel suo clima mite e gradevole in tutte le stagioni che le regala aria pulita; il mare bordigotto e’ limpido, vivo, e santuario dei cetacei. Il suo entroterra offre terre coltivabili, prodotti freschi, specialità gastronomiche, storia, arte, cultura e meravigliosi percorsi per passeggiate sia a piedi che in bicicletta.

 

Bordighera puo’ e deve tornare ad essere una Citta’ Felice

 

Noi di CIVICAMENTE BORDIGHERA

 Siamo i Liguri che ha descritto Italo Calvino “I Liguri sono di due categorie: quelli attaccati ai propri luoghi come patelle allo scoglio…..; e quelli che per casa hanno il mondo e dovunque siano si trovano come a casa loro. Ma anche i secondi….tornano regolarmente a casa, restano attaccati al loro paese non meno dei primi”.

Rappresentiamo perfettamente tutte e due le categorie.  

Abbiamo formato una lista civica, libera da legami e dinamiche di partiti, perche’ chi amministrera’ Bordighera nei prossimi anni dovra’ concentrarsi su un solo obiettivo — l’”Obiettivo Citta’”.

Siamo di idee aperte e progressiste, e valorizziamo obiettivi e modi di essere che aiutano a vivere bene insieme: l’impegno per una societa’ sempre piu’ giusta e inclusiva, lo spirito imprenditoriale alla base di una societa’ dinamica e meritocratica, il rispetto per la natura e l’ambiente, il rifiuto della corruzione e degli abusi.

I valori che guideranno la nostra azione sono tre:

Il diritto di ognuno di perseguire la felicita’ o almeno la serenita’. Pensiamo che il governo della citta’ possa facilitare, magari in modo infinitesimale ma sensibile, il perseguimento della felicita’, e che il percorso inizi con il rispetto.

Il rispetto di tutti, valore principe per il nostro gruppo civico. Il governo della citta’ deve dare l’esempio, perche’ per poter chiedere con autorita’ e fiducia occorre prima dare.

La partecipazione dei cittadini al governo della citta’. E’ saggezza, rispetto, e piacere da parte dell’Amministratore condividere con i suoi cittadini la responsabilita’ di decisioni importanti.

BORDIGHERA 2030: LA VISIONE CHE GUIDA

 

Noi di CIVICAMENTE BORDIGHERA vogliamo la rinascita turistico-commerciale della citta’. Gli obiettivi devono essere perseguiti nell’ambito di una chiara “visione” del futuro di Bordighera, perche’ l’azione dettata dal contingente senza visione del futuro e’ solo un incubo. Guardiamo a Bordighera nel 2030 e la vediamo

Citta’ Giardino, Citta’ di Sport e Fitness, e Citta’ Salotto Internazionale

sempre piu’ Città sostenibile, accessibile, e sicura

Ripopolata di turisti, di giovani, e di opportunita’ di lavoro attraverso i SEI MOTORI dell’economia che abbiamo identificato come i nostri obiettivi strategici.


Il Programma delinea il percorso verso questa Bordighera del futuro, elencando le azioni prevedibili durante i cinque anni di mandato.

I SEI MOTORI DELL’ECONOMIA

 

SI PARTE DALLO STRUMENTO ESSENZIALE PER ATTIVARE E GESTIRE I MOTORI:

 

  1. L’Ufficio Espansione Economica di Bordighera sara’ il perno delle varie attivita’. Sara’ attivato con lo stipendio del Sindaco (donato in toto per questo obiettivo), e rispondera’ direttamente al Sindaco e alla Giunta. Includera’ professionisti nel marketing, conoscenza del territorio, e ricerca di fondi europei e di altra provenienza.

Faranno capo a questo ufficio le attivita’

  • dell’Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT), che mettera’ a contatto del visitatore personale esperto e poliglotta, e ricca dotazione di materiale e programmi per il marketing intensivo della citta’
  • del Portale/Vetrina delle strutture ricettive per l’ospitalita’ turistica, inclusi Alberghi, Bed&Breakfast, Case Vacanza, immobili immessi nel circuito Airbnb, e anche appartamenti privati che i proprietari immettono nel circuito ricettivo (legge Regione Liguria 12 Novembre 2014)
  • dell’Ufficio di Progettazione Europea, e coordinamento ricerca finanziamenti pubblici e privati
  • dell’Ufficio Relazioni con i Comuni del Ponente Ligure (anche nell’ambito del progetto “in Riviera” che vede gia’ la collaborazione dei 18 Comuni coinvolti), che si occupera’ di stabilire una rete dinamica con gli altri comuni per collaborazioni e condivisioni di programmi e attivita’, e per creare sinergie che ne estendono la fruizione turistica.

 

Motore # 1: TRANSIZIONE DELL’AGRICOLTURA

L’importante filone lavorativo della floricultura del Ponente ligure si sta spegnendo. Ma l’agricoltura e’ un lavoro particolarmente adatto ai giovani, e la coltivazione della terra e’ cruciale nel nostro Ponente Ligure anche per prevenire e arginare il dissesto idrogeologico.

Incentiveremo la graduale trasformazione di parte della floricoltura in agricoltura biologica per produzione alimentare e mercato a Km Zero.

  1. Ottenere un quadro accurato delle potenzialita’ di produzione e commercio di prodotti agroalimentari nella zona per guidare azioni di sostegno
  2. Offrire facilitazioni fiscali alle aziende che si insedieranno nel comune di Bordighera, e a quelle già presenti che si impegneranno ad assumere nuovo personale
  3. Identificare la disponibilita’ di fondi europei, in particolare nel Programma di Sviluppo Rurale, informare I possibili imprenditori interessati, e assisterli nella preparazione delle richieste
  4. Mettere a disposizione dei giovani imprenditori incentivi economici su base competitiva per iniziare o ampliare attivita’ agricole
  5. Facilitare le interazioni tra attivita’ produttive e consumatori, dando in questo contesto un ruolo protagonistico al Mercato coperto
  6. Co-sponsorizzare intensa attivita’ di marketing funzionale alla crescita della produzione agricola e dell’indotto
  7. Correggere condizioni di inequita’ nella tassazione quale l’IMU pagata da pensionati su terre con indici catastali rimasti molto elevati a fronte del rendimento sempre piu’ irrisorio della floricoltura.

 

Motore # 2: TURISMO SPORTIVO –“Bordighera Outdoor Year-Round”

L’entroterra

I meravigliosi luoghi del nostro entroterra che avevano fatto innamorare Edward e Margaret Berry, sono da anni meta di gite turistiche ed enogastronomiche in automobile e pullman. Ma sono ancora tutte da scoprire come circuito di passeggiate e attivita’ sportive.

Incentiveremo lo sviluppo di una rete di trekking leggero che potra’ diventare una delle attrazioni turistico-sportive piu’ sostenibili della zona, rendendone Bordighera centro nevralgico.

  1. Sviluppare marketing sulle opportunita’ di trekking leggero nella zona, accelerando la manutenzione e l’ottimizzazione funzionale dei sentieri e percorsi
  2. Ottimizzare e pubblicizzare percorsi di “Scoperta di Bordighera”, dedicati alla citta’, frazioni, e immediato entroterra
  3. Creare un concorso di idee per la progettazione di percorsi tematici e attrezzati che formino una rete tra zone e cittadine diverse
  4. Incentivare lo sviluppo di forme di recettivita’ lungo i percorsi e nei borghi. Queste possono variare dal punto ristoro, all’agriturismo, a “Campi Natura”
  5. Cercare finanziamenti dalle sorgenti interessate a questi sviluppi.

 

 Il mare

Il mare a Bordighera ha tante offerte diverse e spesso uniche: la sua bellezza godibile da un Lungomare in buona parte pedonale, la Spiaggia, il Porto, la Pesca, gli Scogli, lo Snorkeling, la Vela, il Surfing, il Santuario dei Cetacei. Ma gli accessi al mare sono nascosti, bui, e non facilmente praticabili; e c’e vita del mare quasi soltanto durante l’estate.

Vogliamo che il Lungomare diventi parte integrante della Citta’, fino all’Arziglia; e che si moltiplichino le attivita’ legate al mare, praticabili tutto l’anno o complementari nel rendere vive le diverse stagioni.

 

  1.  Segnalare, ripulire, e illuminare i sottopassaggi che portano al Lungomare
  2.  Rendere il Lungomare piu’ accessibile anche a persone anziane o con handicap attraverso il servizio continuo di una navetta elettrica che percorra la citta’ e porti le persone al centro e al lungomare senza usare automobili private
  3. Rendere il Lungomare veramente ospitale e anche sportivo: Illuminarlo piu’ vivacemente, dotarlo di percorsi fitness, riqualificare le toilettes, e coordinare le chiusure stagionali dei locali in modo da assicurare ospitalita’ in ogni periodo dell’anno
  4. Far continuare il Lungomare fino alla bellissima spiaggia dell’Arziglia riqualificando e mettendo in sicurezza il percorso pedonale chiamato U Camin du Pipu che unisce il Porto alla spiaggia dell’Arziglia, e da li alle varie attrazioni naturalistiche che si aprono verso la collina (Giardini Winter, Beodo – Sasso – Borghetto, Montenero)
  5. Valorizzare la spiaggia dell’Arziglia migliorandone l’accessibilità attraverso una passerella in legno, e attrezzando la soletta sopraelevata a zona barbecue
  6. Creare al Porto un Polo Nautico per “centralizzare” e meglio diffondere la cultura e la pratica degli sport del mare, in consultazione con le associazioni rilevanti e il nostro consulente tecnico Paolo Ghione Direttore della Sezione Sportiva dello Yacht Club di Monaco
  7. Costruire e attrezzare campi da gioco sulla spiaggia Rattaconigli dove frequenti tornei potranno attrarre a Bordighera giovani sportivi lungo tutto l’anno
  8. Rendere operativa, come da direttive contenute, la Carta di Partenariato Pelagos dedicandoal Santuario — in collaborazione con la Dott.ssa Sabina Airoldi dell’Istituto Tethys — un’area in quello che sara’ il Salotto di Bordighera (la Villa della Regina), per attivita’ didattiche, di divulgazione, e di intrattenimento, che includeranno progetti di riprese subacquee
  9. Concordare con le autorita’ coinvolte il finanziamento di un progetto preliminare per studiare dighe soffolte mirate al duplice obiettivo di proteggere le spiagge a lungo termine e creare fondali da Surf. I fondali da Surf diventano un’attrazione straordinaria per I giovani, come documentato dall’esperienza di Varazze

 

Il Tennis

Fin dal 1878 Bordighera ha un posto nella storia del tennis internazionale; e’ percio’ naturale voler riportare Bordighera nella vetrina internazionale del Tennis, con l’obiettivo di ricadute turistiche e commerciali.

  1. Rendere sempre piu’ ospitale il Bordighera Lawn Tennis Club 1878 per tennisti residenti e visitatori, e incentivare attivita’ agonistiche
  2. Identificare tornei annuali da organizzare con la disponibilita’ di campi e collaborazione del Piatti Tennis Center. Bersagli interessanti da considerare sono i campionati di tennis annuali di associazioni professionali
  3. Considerare di spostare il gioco delle bocce ai giardini Lowe o altro luogo appropriato, e sull’area liberata far sorgere due campi da tennis coperti, utili per il periodo invernale e per i tornei.

 

Motore # 3: TURISMO CONVEGNISTICO: Attrazione di convegni, congressi, e conferenze

Chi scopre una citta’ partecipando ad un congresso, puo’ poi divenirne ospite abituale. Inoltre, le stagioni favorite per i congressi sono la primavera e l’autunno-inverno, che per Bordighera sono le stagioni da popolare di visitatori.

  1. Contattare associazioni scientifiche che organizzano congressi e organizzazioni professionali che gestiscono eventi, identificando Sponsors e collegamenti che permettano di avere invitati prestigiosi e attivare pubblicita’ e marketing a largo raggio, in Italia e all’estero
  2. Ottimizzare il livello di funzionalita’ audio-visiva delle sale utilizzabili per riunioni a Bordighera
  3. Utilizzare il meccanismo di coordinamento centralizzato dell’ospitalita’ turistica basato sul Portale/Vetrina delle strutture ricettive descritto sopra.

 

Motore # 4: TURISMO GRANDI EVENTI ANNUALI

Intendiamo creare diversi eventi di risonanza nazionale e internazionale a cadenza annuale che possano fidelizzare tipi diversi di pubblico e portino lavoro agli Alberghi e al commercio durante il periodo invernale e autunnale

  1. Nell’inverno, Bordighera ospitera’ l’evento “Giovani Pittori in Visita”, gestito in collaborazione con le Accademie d’Arte di grandi citta’ e quelle locali. L’evento introdurra’ il “Premio Luce di Bordighera” nella tradizione della luce che in febbraio-marzo a Bordighera aveva affascinato Claude Monet
  2. L’8 Marzo Bordighera celebrera’ il Giorno della Donna con gli obiettivi di: (i) dare riconoscimento a donne e traguardi importanti, (ii) ospitare dibattito sull’agenda legislativa che persegue i diritti delle donne, e (iii) facilitare il networking
  3. Nella primavera Bordighera ospitera’ il tripudio sportivo di un Triathlon in cui il nuoto partira’ dalla spiaggia Rattaconigli, e la corsa in bicicletta usufruira’ dei nuovi percorsi ciclabili verso l’entroterra di Dolceacqua
  4. Nell’autunno Bordighera organizzera’ un evento che fara’ dialogare le eccellenze del periodo – colori, fiori, gusti, sapori — declinati in attivita’ diverse quali la moda, la pittura, e l’eno-gastronomia.

 

Motore # 5: TURISMO PER LA TERZA ETA’ — Avanguardia nell’ospitalita’ “Protetta”

La generazione dei Baby Boomers e’ entrata da poco nella settima decade di vita e controlla ingente ricchezza. Sia i Baby Boomers che le generazioni successive vivranno sempre piu’ a lungo, e questo sta aprendo opportunita’ per prodotti e iniziative dedicati al servizio della Terza Eta’. Bordighera ha tutte le credenziali di luogo dove “coltivare” la longevita’ e una lunga storia di luogo favorito per svernare.

Incentiveremo lo sviluppo di ospitalita’ alberghiera “protetta” per dare alle persone anziane e alle loro famiglie opzioni di soggiorno che li rendano sicuri.

  1. Nell’immediato sviluppare marketing aggressivo sulla mite e benefica stagione invernale a Bordighera, mirato in particolare a destinatari nel Nord Italia e Nord Europa
  2. Attivare con gli Alberghi interessati una sperimentazione della “protezione” sanitaria integrata con l’ospitalita’ alberghiera, e assistere nel marketing internazionale dell’iniziativa   
  3. Attivare un’analisi di mercato e studio di fattibilita’ e competitivita’ sia per per allargare il numero di sedi per l’ospitalita’ protetta che per nuove soluzioni abitative per gli anziani, in modo da sviluppare Business Plans da proporre ad investitori
  4. Cercare finanziamenti pubblici e privati. Bordighera ha, in posizioni eccezionalmente adatte, strutture che potrebbero essere trasformate per ospitare queste nuove entita’ abitative, ma la trasformazione richiede importanti investimenti. In contatti iniziali con rappresentanti di investitori internazionali abbiamo riscontrato chiaro interesse nel progetto.   

 

Motore # 6: INCENTIVI ECONOMICI AI VISITATORI

Intendiamo attivare incentivi diretti ai visitatori e proprietari di seconde case per incoraggiare la loro presenza a Bordighera. Tali incentivi sono descritti al capitolo Politica Fiscale.

Ricadute lavorative dai Motori dell’Economia

Le ricadute lavorative dall’attivazione dei motori dell’economia saranno molteplici, varie, e continuative: dai lavori di riqualificazione paesaggistica e manutenzione del territorio, a quelli di guida escursionistica ed ambientale, a quelli di organizzatore e di imprenditore per posti di ricettivita’. Si apriranno posti per le professioni di assistenza e riabilitative – infermieri, fisioterapisti, addetti all’assistenza personale, addetti alla preparazione e distribuzione di cibo –in aggiunta a posti nelle varie mansioni alberghiere. Infine ci saranno nuove offerte lavorative per i servizi di informatica e marketing delle iniziative.

LA VITA DELLA CITTA’

 

CITTA’ PULITA E SOSTENIBILE

 

(a) CITTA’ PULITA E GESTIONE VIRTUOSA DEI RIFIUTI

 

  1. Attivare interventi straordinari di lavaggio-ripulitura della città, delle piazza, delle strade dal centro alla periferia, incluse le frazioni
  2. Prevedere il lavaggio dei marciapiedi con la massima frequenza possibile
  3. Aumentare e migliorare l’informazione e il sostegno agli utenti, attivita’ CHIAVE nelle localita’ turistiche. APP specializzata per diffondere l’informazione sulla differenziata e manifesti e locandine indicano website, APP, o numeri di telefono usabili da chi ha bisogno di informazioni
  4. Aumentare il numero delle raccolte durante il periodo estivo per evitare la formazione di cumuli e il numero di cassonetti riposizionandoli in modo razionale e con riguardo all’efficienza e al rispetto del panorama ambientale
  5. Effettuare la pulizia giornaliera delle spiagge pubbliche nel periodo estivo e la collocazione in ogni spiaggia di cestini per la raccolta differenziata
  6. Attivare verifiche e controlli della qualità ed efficacia del servizio svolto, a tutela del decoro della citta’ e denaro dei cittadini
  7. Attivare educazione verso la riduzione della produzione di rifiuti e monitorare quantitativamente il vantaggio economico per i cittadini
  8. Rifiuti come risorse – Mantenere continuo aggiornamento su come migliorare l’utilizzo dei materiali riciclabili per massimizzare l’uso ecologico dei rifiuti
  9. Partecipare alla preparazione, e monitorare strettamente i tempi, del Bando Comprensoriale per la nuova Gara d’Appalto per la Gestione dei Rifiuti che sara’ indetta dai 18 Comuni del Comprensorio Intemelio, tra cui Bordighera. Si prevede un nuovo appalto nel 2019; l’affidamento durera’ 7 anni.

 

(b) LOTTA ALL’INQUINAMENTO ACUSTICO

 

Vogliamo rendere Bordighera citta’ salubre sotto tutti i punti di vista, e intendiamo lottare contro l’inquinamento acustico.

 

  1. Per rispetto alla legge, tolleranza zero verso i motorini troppo rumorosi e i rumori molesti
  2. Introdurre progressivamente l’uso di strumenti elettrici e quindi non rumorosi per la cura dei giardini e lo spazzamento stradale (abbiamo ufficialmente richiesto che tale dotazione sia inserita nel Bando Comprensoriale per la nuova Gara d’Appalto per la Gestione dei Rifiuti).
  3. Far rispettare strettamente il limite di velocita’ urbano con speciale attenzione a moto e motorini.

 

(c) ENERGIA PULITA E RINNOVABILE

 

Vogliamo rendere Bordighera citta’ sostenibile, e intendiamo ottimizzare l’uso dell’energia e la scelta di sorgenti energetiche.

  1. Identificare metodi per risparmiare energia in tutte le utenze pubbliche, e guidare in tale direzione i privati attraverso lo Sportello Energetico del Comune.
  2. Gestire bene la luce aumentando l’illuminazione in tutta la citta’ e nelle periferie usando esclusivamente lampade LED e introducendo fonti di recupero energetico quali mini- e micro-paline che incorporano energia eolica e solare e la rendono disponibile quando serve
  3. Privilegiare nelle decisioni del Comune l’acquisto e/o l’uso di auto ibride o elettriche, e acquisire colonnine di ricarica per le auto elettriche.
  4. Incentivare a tutti i livelli di trasporto cittadino (taxi, trasporto pubblico) e extraurbano veicoli ibridi, elettrici, o comunque ad energia pulita. In questo contesto difendere l’uso dei filobus sulla linea Ventimiglia-Taggia
  5. Incentivare l’utilizzo di energia eolica e solare per gli edifici, anche facilitato dalla crescente disponibilita’ di mini- e micro-paline che richiedono poco spazio, e rappresentano un grande miglioramento estetico

 

(d) MOBILITA’ SOSTENIBILE

 

Con l’obiettivo di favorire la fruizione delle bellezze della citta’, e migliorare e incentivare la mobilità con mezzi meno inquinanti, intendiamo:

  1.  Realizzare una pista ciclabile interna alla citta’ che congiunga Piazza Valgoi all’Ospedale Saint Charles, seguendo il percorso della Via di Mezzo
  2. Organizzare il servizio continuo di una navetta elettrica (che e’ silenziosa!) che percorra la citta’ e porti le persone al centro e al lungomare
  3. Studiare con Rete Ferroviaria Italiana la possibilita’ di usare i nuovi ascensori installati nella Stazione Ferroviaria per facilitare l’accesso alla passeggiata a mare da parte di persone anziane o carrozzelle di bambini o persone disabili
  4. Dotare la Via al Cimitero di un percorso pedonale, con la costruzione di un marciapiedi a sbalzo
  5. Partecipare con le citta’ limitrofe ai piani per arrivare ad una pista ciclabile lungo tutta la costa
  6. Abbattere barriere architettoniche dove ancora esistenti, e mantenere alto l’impegno a prevenire o correggere barriere di qualsiasi tipo per far si che la citta’ sia agibile da parte di tutti; anche richiedendo consulenze preventive alla Consulta Provinciale Handicap  
  7. Farsi promotori di un confronto con la Regione e tutte le citta’ e I paesi vicini sul problema del carentissimo trasporto pubblico locale
  8. Riaprire la trattativa con la Societa’ Thello per ripristinare fermate del treno Thello a Bordighera

 

CITTA’ VERDE E FIORITA

 

  1. Attivare un intervento urgente di bonifica delle realta’ piu’ bisognose o a rischio, per ristorarne la bellezza e salute — aiuole della Passeggiata a Mare, alberi della Via Romana, Giardini Winter. Estendere ad altre zone della Citta e delle Frazioni
  2. Aggiornare obiettivi e i risultati richiesti per il servizio di manutenzione di Giardini e Verde. L’attuale appalto costa alla Citta’ Euro 230.000 all’anno ma non soddisfa i bisogni di Bordighera
  3. Intervenire in difesa dell’alberata della Via Romana, e della Via Romana stessa. Le criticita’ che l’attuale situazione comporta sono state analizzate e descritte recentemente dall’Osservatorio del Paesaggio Transfrontaliero della Riviera Italo-Francese
  4. Costituire una Commissione Permanente del Verde, con esperti che offrono volontariamente la loro professionalita’ e competenza, e studenti delle Scuole di Giardini e Agraria. Dare alla Commissione il duplice mandato di definire un piano ottimale per la “manutenione ordinaria” del verde cittadino, e preparare un Censimento, Regolamento, e Piano del Verde.
  5. Bandire una volta all’anno il premio per il piu’ bel giardino privato della Citta
  6. Costruire parcheggi sotterranei per liberare la citta’ dalla visione delle automobili parcheggiate, e aumentare progressivamente le zone di verde e giardini
  7. Ri-attivare il progetto per il completamento della Via di Mezzo per ridurre il traffico pesante nelle vie della citta’

 

CITTA’ ALTA

 

Bordighera Alta e’ un borgo storico affascinante con molteplici potenzialita’ da sviluppare in modo armonico. Intanto il borgo ha bisogno di manutenzione, servizi, e sicurezza.     

  1. Ripristinare pulizia e ordine come nel resto della Citta’, con particolare attenzione a trovare un rimedio per la vergogna dell’isola ecologica sul Capo
  2. Aumentare la luce e la sicurezza nel Borgo e nella Pineta, e potenziare la rete di videosorveglianza
  3. Facilitare l’installazione di un Bancomat, e l’apertura di una Parafarmacia
  4. Facilitare l’insediamento di piccole attivita’ commerciali, artigianali, e artistiche (si veda politica fiscale)
  5. Lanciare il Borgo quale punto di ritrovo favorito per la partenza e arrivo da escursioni nell’entroterra, che giustificherebbe la nascita di punti vendita di equipaggiamento, mappe informative, alimentare biologico, prodotti tipici, etc.  
  6. Diversificare l’intrattenimento serale invitando artisti di strada di ottimo livello, e creando piccoli happening di arte, poesia, musica, cultura
  7. Attraverso il reperimento di finanziamenti europei per i centri storici, inacanalare le acque pluviali e i cavi elettrici.
  8. Recuperare obiettivi del Programma Organico di Intervento (POI) che era stato votato per il Centro Storico nel 1998, in particolare quello di facilitare l’utilizzo di immobili in disuso per soluzioni abitative d’interesse pubblico, quali prime case per I giovani e/o nuove forme di residenzialita’ per gli anziani.

 

CITTA’ CONNESSA ALLE SUE FRAZIONI

 

Bordighera ha due frazioni: Borghetto San Nicolo’ e il Sasso. ll bellissimo borgo del Borghetto langue da decenni.

Intendiamo intervenire nelle frazioni a due livelli: (i) risolvere i problemi che interferiscono con una buona qualita’ della vita quotidiana degli abitanti, e (ii) integrare le frazioni nella Citta’- Giardino, rendendole meta di percorsi turistici a piedi e in bicicletta che connetteranno tutta la Citta’ in una sola passeggiata sicura e protetta. Secondo il nostro motto “frazione accessibile, frazione appetibile”, una zona periferica che diventa facilmente raggiungibile dai turisti, sviluppa valore e opportunita’ commerciali – si aprono attivita’, la gente sceglie di vivere li’, cresce il valore delle case, etc.  

In questo momento abbiamo pianificato in particolare per la riqualificazione del Borghetto. Il Sasso continuera’ ad essere una parte preziosa della Citta’ e a ricevere tutte le attenzioni e stimoli che merita.  

 

AZIONI PREVISTE

Al Borghetto:

  1. Rallentare il traffico veicolare attraverso l’installazione di passaggi pedonali rialzati
  2. Migliorare la segnaletica verticale e orizzontale sulla strada
  3. Aumentare il numero di parcheggi auto e regolamentare con appropriata segnaletica orizzontale
  4. Migliorare l’accessibilita’ stradale al Cimitero
  5. Riqualificare il campo di calcetto per uso sportivo dei ragazzi, e allestire un’area giochi per i bambini
  6. Aumentare l’illuminazione del Borgo, delle pubbliche vie, e della zona Cimitero
  7. Potenziare la rete di videosorveglianza, attualmente rappresentata da una sola videocamera
  8. Creare un percorso pedonale ininterrotto dalle Due Strade al Borghetto (fino alle Due Strade la strada ha marciapiedi) che costeggi il fiume e arrivi alla mulattiera (Via Fontana) che porta al Borgo. Trovandosi finalmente su un percorso turistico, il Borghetto potra’ acquisire vitalita’ sostenibile attraverso commercio e altre iniziative
  9. Attivare uno studio di fattibilita’ per convogliare e mettere in sicurezza le acque pluviali, al Borghetto come in altre zone collinari particolarmente critiche.

 

CITTA’ CHE AMA I GIOVANI

 

  1. Nell’immediato creare un progetto, e destinare risorse, per l’apertura di un Centro-Laboratorio Giovani, mirato ad offrire (i) socializzazione dopo la scuola; (ii) sviluppo di attivita’ creativa personale o di servizio per la citta’ (iii) offerte culturali di vario tipo servendosi del contributo di singoli, associazioni, e personalita’ attive in vari settori di interesse
  2. Integrare i giovani nella costruzione del futuro di Bordighera. (i) Creare una Rappresentanza Giovani, eletta e gestita da giovani, che interagisce regolarmente con il Sindaco e la Giunta, e rappresenta i Giovani di Bordighera in funzioni ufficiali e rapporti internazionali; (ii) Creare il Consiglio Comunale dei Ragazzi
  3. Portare avanti la nostra tradizionale attenzione alla Scuola, dando priorita’ ad (i) assicurare sicurezza antisismica degli edifici scolastici, (ii) offerta di spazi verdi intorno alle scuole, (iii) riqualificazione della Palestra Conrieri, e (iv) ottimizzazione degli ambienti scolastici dal punto di vista energetico e di comfort
  4. Ampliare a largo raggio l’offerta sportiva per bambini e ragazzi. In questo contesto costruire finalmente un vero campo da calcio, un campo da basketball all’aperto, e uno skate-park. Mantenere attenzione al buon funzionamento e fruibilita’ paritaria delle strutture sportive
  5. Durante l’estate, dedicare all’intrattenimento dei giovani una serie di eventi all’aperto ai giardini Lowe
  6. Concordare con la Regione Liguria, Enti, e Associazioni di Categoria l’attivazione di corsi di formazione professionale presso la nostra citta’
  7. Incentivare la residenza di giovani a Bordighera offrendo facilitazioni per la locazione della casa (vedi politica fiscale)
  8. Sempre con l’obiettivo di incentivare gente giovane a vivere a Bordighera, seguire l’evoluzione dei modeli di “Smart Working”, i nuovi tipi di organizzazione del lavoro che permettono grande flessibilita’ di orari e di sede nel raggiungimento di obiettivi; Bordighera potrebbe diventare una sede desiderabile.

 

CITTA’ CHE VALORIZZA LA CULTURA

 

Bordighera e’ sede di accademie d’arte, associazioni culturali, e molteplici eventi e iniziative artistico-culturali, ma manca un catalizzatore e un fulcro di un’offerta culturale che sia anche attrazione turistica di largo respiro.

Svilupperemo il progetto di far assumere questi ruoli alla Villa della Regina Margherita.

  1. Formulare un piano per la Villa della Regina quale centro artistico-culturale e di socializzazione: Pinacoteca dedicata anche agli artisti di Bordighera, mostre temporanee, concerti-conferenze-festival, laboratori artistici, centro d’incontro e ritrovo per la citta’, eventi privati
  2. Far diventare la Villa catalizzatore e fulcro di attivita’ culturali attraverso la connessione con le due maggiori realta’ museali a Bordighera: il Museo Biblioteca Bicknell, primo museo della Liguria Occidentale, e Villa Pompeo Mariani, tra le piu’ importanti Case di Pittori dell’Ottocento sopravvissute a livello mondiale; e con la Bibiloteca Internazionale
  3. Inaugurare una Commissione Permanente per la Cultura a Bordighera con il triplice mandato di (i) identificare eventi culturali di valore e studiarne la fattibilita’, (ii) creare una RETE tra le diverse entita’ culturali della citta’ e del circondario in modo che si potenzino vicendevolmente, e (iii) facilitare un efficace marketing degli eventi
  4. Stabilire stretti rapporti con l’Universita’ di Genova e il Polo Universitario di Imperia sia per fini di consulenza culturale che per usufruire di relatori disponibili a divulgare lezioni d’interesse pubblico
  5. Valorizzare il gemellaggio di Bordighera con la citta’ tedesca di Neckarsulm, attraverso precisi programmi e progetti condivisi di scambi culturali continuativi e di ricadute turistiche ed economiche per la città
  6. Istituire un gemellaggio con una Citta’ Inglese per celebrare la connessione storica di Bordighera con i visitatori Inglesi che le dettero un’identita’ speciale e la resero famosa.

 

CITTA’ CHE TUTELA – SALUTE, INCLUSIONE, SICUREZZA

 

(a) SALUTE E SANITA’

 

La promozione della salute è un fattore determinante per il benessere della persona, la qualità della vita personale e della comunita’, e la sostenibilità del sistema sanitario.

  1. Lavorare verso la “città senza fumo”, per arrivare a bandire il fumo di sigarette nelle aree comuni all’aperto. Aprire nel Centro-Laboratorio Giovani uno sportello STOP SMOKING per assistere concretamente chi intende smettere di fumare
  2. Sostenere le forme associative e di volontariato che promuovono lo sport e vari tipi di attività fisica — a tutte le eta’ e in tutte le stagioni
  3. Stabilire a Bordighera un Centro di Prevenzione dell’Artrosi in collaborazione con fisioterapisti, esperti locali di fitness, e medici specialisti dell’Universita’ di Genova con cui abbiamo gia’ iniziato a collaborare
  4. Monitorare le liste di attesa e il funzionamento del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) dell’ASL1, in particolare su Bordighera e le sue frazioni; e promuovere l’integrazione dei servizi medici di assistenza domiciliare dell’ASL1 con quelli sociali forniti dal Comune di Bordighera
  5. Creare nell’ambito della Commissione Consiliare Sanita’ una “Commissione Ospedale e Servizi di Emergenze” con il mandato di (i) mantenere stretti rapport con la Direzione dell’ASL1 e (ii) monitorare sistematicamente il funzionamento dell’Ospedale Saint Charles e la prontezza e adeguatezza della risposta dei servizi di Emergenza
  6. Attivare un Tavolo dei Sindaci della Provincia per interagire con ASL1 e Regione sia sul servizio Ospedaliero attuale sia verso la progettazione di un Ospedale Nuovo.
  7. Prendere visione della nuova legge della Regione Liguria che disciplina il gioco d’azzardo (approvazione prevista prima dell’estate 2018) per decidere iniziative a livello comunale intese a porre limitazioni al gioco d’azzardo in coerenza con i principi della legge Regionale 17/2012.

 

(b) INCLUSIONE

 

  1. Come descritto in dettaglio nel Capitolo dedicato ai Giovani, lavorare per l’apertura di un Centro-Laboratorio Giovani
  2. Creare un ufficio del Volontariato, con il compito di coordinare disponibilita’ e servizi, e far nascere nuove iniziative;
  3. Incentivare e coordinare con associazioni e volontariato opportunita’ sia di supporto che di socializzazione tra persone anziane.  Mutuare dall’Emilia-Romagna iniziative della bella tradizione del “portierato sociale”:
    1. punto d’ascolto per offrire micro-servizi di supporto per problematiche quotidiane;
    2. orientamento e accompagnamento ai servizi sul territorio;
    3. supporto nell’espletamento di pratiche burocratiche, compilazione di documenti, familiarita’ con computer
    4. attivita’ di socializzazione di quartiere, che coinvolgano le persone in attivita’ di vario tipo
  1. Abbattere barriere architettoniche dove ancora esistenti.

 

(c) SICUREZZA  

 

  1. Aumentare il numero di Vigili Urbani utilizzando il meccanismo di Convenzioni e/o Consorzi tra piu’ citta’, e avere piu’ vigili a piedi sul territorio istituendo la figura di Vigile-di-Quartiere (i) per aumentare la sicurezza percepita, e (ii) raccogliere istanze e suggerimenti dai cittadini
  2. Concordare con l’Arma dei Carabinieri un coordinamento stretto con la Polizia Locale,  e ottenere una sorveglianza notturna piu’ intensiva e sistematica
  3. Migliorare l’illuminazione
  4. Potenziare la rete di videosorveglianza nella citta’ e nelle frazioni, creando collegamenti attraverso fibra ottica per ottenere alta definizione delle immagini, e progettando l’integrazione “interforze” perche’ le riprese siano utilizzabili anche dalle forze di polizia dello stato
  5. Cercare sistematicamente finanziamenti per l’adeguamento antisismico di edifici pubblici e privati.
  6. Pianificare per dare una sede antisismica alla Protezione Civile.

OPERE PUBBLICHE

La pianificazione di nuove opere pubbliche e’ guidata dalla visione della Citta’ Giardino e Sostenibile

A termine breve-intermedio prevediamo di:

  1. Completare una pista ciclabile interna che attraversa la citta’ congiungendo Piazza Valgoi all’Ospedale Saint Charles
  2. Lanciare per le Scuole di Via Pelloux un Concorso di Idee per un progetto comprensivo di “Scuole Nuove in mezzo al Verde” che includa la scuola dell’Infanzia, Elementare, e Media, e la Palestra Conrieri
  3. Illustrare pubblicamente il progetto per la riqualificazione della Piazza della Stazione a “giardino e luogo d’Incontro”, per metterne in evidenza il ruolo nello sviluppo futuro di Bordighera, e procedere con il progetto
  4. Costruire parcheggi interrati
  5. Intervenire su aree del Borghetto che richiedono riqualificazione o modifiche funzionali
  6. Identificare un’area appropriata per costruirvi un campo da calcio e dotazioni annesse
  7. Trasformare la parte Sud dei Giardini Lowe in un grande prato, usabile per gioco tutto l’anno e per manifestazioni estive per i giovani, quali concerti, pic-nic, riunioni
  8. Valutare di portare a termine in economia un recupero estetico-funzionale del Palazzo del Parco e dotarlo della tecnologia necessaria perche’ diventi usabile per convegni e congressi, nelle more dell’approvazione del permesso di costruire dell’Angst.

 

A piu’ lungo termine prevediamo di:

  1. Risolvere le necessarie operazioni per completare la Via di Mezzo e liberare la zona mare di Bordighera e la Via Romana dal traffico pesante
  2. Attivare un progetto preliminare che si avvalga di tutte le necessarie competenze per studiare dighe soffolte mirate all’obiettivo principale di proteggere le spiagge a lungo termine, e creare nel contesto fondali da Surf per lanciare questa attrazione sportivo-turistica
  3. Attivarsi con gli Enti interessati affinche’ venga al piu’ presto progettata e realizzata l’Aurelia bis nel tratto che riguarda Bordighera.

NUOVO PIANO URBANISTICO COMUNALE (PUC)

 

Il PUC partira’ dalle risorse paesaggistiche, produttive, e culturali per costruire la Bordighera del futuro e potenziare le sue attrattive; rigenerandola e prevedendone l’esigenza di servizi e infrastrutture per i bisogni della comunità. Incorporera’ le esigenze di completare la Via di Mezzo e l’Aurelia bis.

I capisaldi del nuovo PUC saranno:

  1. Incentivare il riuso agricolo dei terreni
  2. Tutelare e valorizzare i Centri Storici attraverso accessibilità, collegamenti, riqualificazione del patrimonio, e aumento di attività
  3. Tutelare il Verde Urbano e le Aree Natura: percorsi naturalistici quali il palmeto ed il sentiero del Beodo, Montenero, il parco della Villa della Regina, l’area Bicknell in collegamento con la Scuola, la Pineta del Capo, Sant’Ampeglio e il Giardino Winter
  4. Tutelare Entroterra, Mare, e Spiagge con la necessaria messa in sicurezza del territorio
  5. Riqualificare il Litorale in modo armonioso e unitario: vediamo confluire la Passeggiata a mare, Capo Sant’Ampeglio e Rotonda, Porto turistico, e Arziglia in un progetto mirato alla visibilita’ e valorizzazione della bellezza del mare. Limitare l’accesso carrabile al lungomare, e rendere piu’ ampi, senza barriere architettoniche, e meglio segnalati gli accessi pedonali dalla citta’. Far si’ che la passeggiata a mare sia non piu’ una bretella di cemento, ma una mescolanza di ambienti e vedute, di verde, palme, giardini e luoghi di che si armonizzano con la natura
  6. Privilegiare la valorizzazione del patrimonio immobiliare esistente, rendendolo volano economico per il settore edile e artigianale
  7. Interrompere cambi di destinazione d’uso degli Alberghi offrendo facilitazioni anche fiscali per mantenerne la funzione
  8. Prevedere campi sportivi in zone sicure e facilmente raggiungibili
  9. Usare concorsi di idee aperti come strumento essenziale per l’acquisizione di progetti di qualità che rendano possibile l’accesso ai fondi comunitari o governativi

 

Il nuovo PUC sara’ elaborato da un team di persone con competenze diverse (urbanisti, economisti territoriali, agronomi, sociologi, geografi) identificate attraverso un concorso, che troveranno risposte strutturali alla visione della citta’ presentata nel bando di gara.

MECCANISMI E RISORSE PER FAR SUCCEDERE  LE COSE

 

(a) EFFICIENTAMENTO DELL’APPARATO COMUNALE

 

  1. Massimizzare le interazioni tra amministratori e funzionari mirate al far procedere le pratiche senza latenze ingiustificate
  2. Valorizzare le competenze dei dipendenti, motivando sugli obiettivi e riconoscendo le prestazioni che eccedono le aspettative da mansionario   
  3. Attivare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) per facilitare i cittadini nei percorsi amministrativi  
  4. Semplificare le procedure: questo e’ un obiettivo che verra’ assegnato ad ogni ufficio con premio per chi elaborera’ formule efficaci

 

(b) NUOVE COMPETENZE E RICERCA FONDI

 

Creare il NUOVO UFFICIO “ESPANSIONE ECONOMICA DI BORDIGHERA” (come descritto all’inizio di questo Programma) avvalendosi di professionisti dedicati alle funzioni di Marketing e ricerca Fondi Europei e altri Enti Pubblici, e ricerca di investimenti privati anche con formule per partenariato pubblico-privato, quali il Leasing-in-Costruendo. Questo ufficio sara’ finanziato dallo stipendio del Sindaco dedicato in toto.

 

(c) POLITICA FISCALE

 

Sara’ nostro impegno intervenire sulla tassazione per: (i) incentivare la presenza di visitatori a Bordighera, o comunque l’uso degli appartamenti, (ii) ridurre e/o annullare ingiustizie impositive, e (iii) agevolare il commercio. Specificamente:

  1. Istituire un “Premio di Soggiorno” per i visitatori che scelgono di soggiornare a Bordighera; invece di imporre la Tassa di Soggiorno
  2. Ridurre l’aliquota IMU per le seconde case purchè i proprietari dimostrino una presenza in Bordighera per un periodo stabilito a priori.
  3. Ridurre l’aliquota IMU per gli appartamenti concessi in locazione, in particolare con canone concordato
  4. Ridurre l’aliquota IMU per i terreni agricoli per coloro che non sono coltivatori diretti, tenuto conto che I valoro catastali dei terreni con destinazione di orto irriguo floreale è spropositata rispetto alla reale redditività e/o valore del terreno.
  5. Per agevolare le attivita’ commerciali, in particolare dei giovani, ridurre l’aliquota IMU per i negozi concessi in locazione a persone con meno di 35 anni, e per quelli concessi nuovamente in locazione dopo lunghi periodi di chiusura
  6. Agevolazioni per la Tassa Occupazione Suoli e Aree Pubbliche (TOSAP) per le Associazioni che organizzano eventi che contribuiscono a valorizzare la citta’.

 

Tutti I provvedimenti di riduzione impositiva hanno un unico obiettivo finale: INCREMENTARE IL LAVORO. La nostra filosofia e’ che la salute economica e spirituale della Citta’ e’ molto meglio servita dalla creazione di lavoro che dall’accumulo di introiti per formare tesoretti.

 

(d) FONDO PER SOSTENERE LA GIOVANE IMPRENDITORIA

 

Sarebbe utile nel Comune avere a disposizione fondi usabili per spese correnti non permanenti che permettano di sperimentare l’impatto economico di nuove iniziative, in particolare di aiuti finanziari per facilitare i giovani imprenditori. I fondi per spese correnti devono derivare da entrate correnti. Un meccanismo sostenibile per avere entrate correnti e’ la rendita da una dotazione. Proporremo di

 

  1. Creare attraverso donazioni private un fondo del Comune di Bordighera da far crescere negli anni, e i cui redditi vengono utilizzati per far partire nuove imprese guidate da giovani