Claudia Roggero Felici

Mi chiamo Claudia Roggero, sono nata a Torino nel 1968, e cresciuta a Bordighera fino all’età ai 18 anni. Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica, ho frequentato a Milano il corso di Comunicazione Visiva e Visual Design presso la Scuola Politecnica di Design fondata nel 1954, la prima scuola di formazione in Italia per tali discipline. Dal 1987 al 1997 ho lavorato a Milano con alcuni dei maggiori esponenti del design italiano — Roberto Sambonet, Walter Ballmer, e Bruno Munari.  Sono stata Assistente del Prof. Augusto Garau ai seminari di studio propedeutici alla comunicazione visiva presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova, e del Prof. Walter Ballmer ai corsi di Immagine Coordinata ed Exibit Design presso l’Istituto Europeo di Design di Cagliari. 

Nel 1997 sono ritornata a Bordighera per scelte “di cuore”, pur continuando a mantenere i rapporti con Milano, città che adoro e dove un po’ di cuore è rimasto. Mi sono sposata con l’Avvocato Pio Guido Felici, e oggi sono mamma di una ragazza di 12 e di un ragazzo di 17 anni e di un adorabile cocker spaniel fulvo.

Al mio rientro a Bordighera, ho fondato lo studio “CR&A Officina Laboratorio di Idee”, che opera nei settori della comunicazione, consulenza di immagine, grafica e web. Dal 2005 al 2009 ho collaborato stabilmente con Pepi Morgia, direttore artistico per l’Assessorato alla Promozione Turistica e Manifestazioni del Comune di Sanremo. 

In questi anni sono sempre stata attiva nella vita “civica” di Bordighera, in aspetti diversi. Ho messo volentieri la mia professione al servizio di progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale quale membro del Comitato per il restauro della chiesa di S. Ampelio, e del gruppo degli Amici del Museo Biblioteca Clarence Bicknell. Durante il percorso scolastico dei miei figli, ho lavorato con le associazioni genitori, per creare sinergie e collaborazione con la comunità educante; sono stata Rappresentante di Classe e di Istituto dei genitori, e sono attualmente Presidente del Consiglio di Istituto dell’istituto Comprensivo di Bordighera; e rappresentante genitori nella Commissione mensa.

Da sempre ho un interesse per l’arte, e mi sono occupata di realizzazione di cataloghi, di coordinamento e realizzazione esposizioni d’arte e comunicazione di eventi in ambito artistico; ho collaborato con singoli artisti locali ed internazionali, e con i direttori che si sono susseguiti nella direzione di Villa Regina Margherita. In questo momento faccio parte del gruppo di lavoro di coordinamento per il centenario Bicknelliano e lavoro in stretta collaborazione da diversi anni con la Dott.ssa Daniela Gandolfi dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri. Lo scorso anno ho aperto nel centro storico di Bordighera lo spazio Via Dritta22, uno spazio aperto che ha accolto durante l’estate mostre temporanee e iniziative culturali. Mi piacerebbe che il centro storico diventasse un museo a cielo aperto / un laboratorio permanente, reso vivo da molte botteghe di artisti e atelier condivisi.

Il mio attaccamento a Bordighera ha lunghe radici. Le mie famiglie di origine, Micheletti e Roggero, avevano scelto Bordighera come luogo ideale di residenza prima della grande guerra; mio padre, Giorgio Roggero, già impresario edile, ha svolto il ruolo di Presidente del Club Nautico Bordighera dal 1973 al 2016. Sento il desiderio di essere parte attiva nel processo di rilancio dell’immagine e dello sviluppo di Bordighera, anche in nome di quei valori di condivisione e amore per il prossimo che hanno da sempre ispirato le mie scelte di vita. Nel 2013 sono stata candidata alle elezioni amministrative nella lista Bordighera in Comune, e in questi 5 anni ho continuato a collaborare strettamente con i due Consiglieri della lista che erano stati eletti, Luca De Vincenzi e Mara Lorenzi. Ho condiviso quotidianamente con passione l’esperienza di mio marito durante il periodo del suo Assessorato tecnico al Turismo, Manifestazioni, Cultura e Commercio per il Comune di Ventimiglia, e ho avuto la conferma che il lavoro di qualità fatto con passione e competenza può fare la differenza.

Ora ho deciso di aderire al gruppo di lavoro e alla lista “Civicamente Bordighera” perché credo che il progetto di Mara Lorenzi sia il più lungimirante tra quelli proposti. Mi metto volentieri a disposizione della città perchè sono convinta che l’azione politica risulta inutile se non è seguita dalla compartecipazione attiva dei cittadini.