Alessandra Cinzia Mondini

Sono Alessandra Cinzia MONDINI RONCALI, nata a Roma il 7 Febbraio del 1959, da un papà di origini lombardo-venete e una Mamma di profondissime radici bordigotte: credo che il cognome Biancheri – di quelli scesi “illo tempore” da Borghetto San Nicolò – sia infatti uno dei più diffusi in questa piccola Città che amo dal profondo del cuore.

Sono cresciuta a Roma, dove ho frequentato il Liceo Classico Statale “Terenzio Mamiani” e ho poi proseguito gli studi all’Università di Roma “La Sapienza” dove mi sono laureata in Lingue e Letterature Straniere. Ho un Master in cinematografia d’Impresa, e uno in Comunicazione e Relazioni Esterne.

Anche io, come molti, ho avuto diverse esperienze professionali, per me tutte molto interessanti, e  qualcuna persino divertente: speaker a concorsi ippici nazionali e internazionali (ma anche regionali e interregionali…) di tutte le discipline equestri, ho una più che discreta esperienza nel campo delle traduzioni, sia letterarie, sia tecnico-scientifiche, o legali, e per il cinema e la televisione. Ho lavorato per più di un quarto di secolo per una multinazionale americana come responsabile dell’organizzazione di mostre e fiere, e infine, da diversi anni mi dedico alla realizzazione di una rassegna cinematografica internazionale.

Nel mio tempo libero, mi dedico con amore alla mia famiglia, composta per lo più di persone “sopra età”, e soprattutto al mio cane, che amo follemente e che è per me il più bello dell’intero universo.

Perché ho deciso di far parte di questa lista civica? Perché è una “squadra” di persone perbene, che non hanno paura di rimboccarsi le maniche. Una squadra guidata da un Capitano di tutto rispetto: preparato, onesto, organizzato, e soprattutto sensibile alle esigenze dei cittadini e alle necessità della città per farla ritornare al suo antico splendore.

C’è una scena nel film “Vacanze Romane” che mi ha sempre fatto sognare: Audrey Hepburn scende la scalinata di Trinità dei Monti e un fioraio le offre un mazzolino di garofani, «Li prenda, signorina, vengono da Bordighera.» Ecco, nel mio piccolo mi impegnerò perché Bordighera torni ad essere così famosa da venire citata in un successo internazionale come quello, e sono convinta che, insieme alla squadra, faremo di tutto per raggiungere l’obiettivo.